venerdì 16 ottobre 2015

Windows 10 - sei ore all'inferno

Vi siete mai commossi davanti al riapparire dell'iconcina di Windows 7? Se un viaggio agli inferi dura solo sei ore, sono sei ore dense, perché fino all'ultimo non sai se hai perduto tutto davvero o c'è ancora qualche speranza.

Colpa mia: il web me l'aveva detto in tutti i modi: non installare Windows 10. Non farlo, nasce come ricatto, etc. etc. etc. Non solo me l'aveva detto il web, sono uno di quei malfidati scettici e terricoli che vedono negli aggiornamenti la porta dell'obsolescenza programmata.
Io scrivo e al massimo disegno una copertina. Al massimo devo montare un filmino dell'aifòn, Non mi servono i programmi prestanti, mi serve una tastiera comoda, con Word che gira bene. Basta.

Purtroppo fanno di tutto perché tu non riesca ad essere felice con quello che hai, devi avere l'astronave. Se no sei fuori.

Windows 10: un incubo dantesco
Un magone infinito. Appena parte capisco che è lentissimo, sono nelle sabbie mobili. Inizio a buttare doppioni, video che non m'interessano più, programmi che impiastrano, che ti rallentano l'apertura e la chiusura del sistema, tipo Adobe Cloud, Prova Paperino Gratis e Skype.
Va in palla, e ci vogliono 20 minuti prima che si riprende dal coma.
Questo accade una decina di volte.
Provo a ripristinare. La pubblicità di Windows 10 diceva che era facile. Al passaggio numero tre il primo avvertimento mafioso:
'Windows 10 non agisce sui file, ma sarebbe meglio fare un back up prima di continuare'...

Faccio il back-up sul disco esterno? 
Riuscirà Windows 10 a riconoscere ed installare il solito programmino di collegamento del disco esterno?
Va in crash se apri Word... figurati.

Esco a comprare una chiavetta USB da 64 G.
Giuro che sul vitale è più che sufficiente, è anzi troppo grande.
Il mio impatto sulla memoria globale è bassissimo.
Riesco a salvare solo la metà dei files che vorrei.
Tra crash e blocchi ci voglio altre due ore.

Poi il blocco totale.
Dopo una serie di schermi blu con le girandole e schermi neri senza una fava di niente, da circa 20 minuti a sessione, clicco su 'impostazioni di sistema'. Crash
20 minuti di nero
Ricomincia
Crash
Stavolta prende il comando! Si apre una finestra!disinstalla, cazzo, disinstalla! E' una missione difficile.
L'ultimo avvertimento mafioso è l'ultimo avvertimento:
"Ti ci vorrà la password, per tornare al tuo vecchio Windows 7. Sei pronto?"

ebbene fottiti.
Non ti sopporto più.
Tra avere te e non avere un computer non c'è nessuna differenza.

aspetto 30 minuti.

Musichina...

E ritornammo a veder le stelle.